SOL SI FA

audiovisivi

Marco Cruciani [Montefiore dell'Aso (AP), 1975].

Dal 1994 al 2003 vive a Roma dove si laurea nel 2001 con una tesi di antropologia visuale riguardante il cinema italiano del fantastico e del terrore, con particolare attenzione per l'opera del regista Mario Bava.

Nel 1996 inizia la collaborazione con la Gore Bros di Paolo Fazzini, per la quale interpreta diversi ruoli nei cinque cortometraggi prodotti fino al 2001. In due di essi, PASSI e L'UOMO ASTRATTO, è anche sceneggiatore e direttore della fotografia.

Nel 2002, sempre per la produzione Gore Bros, cura e co-dirige i documentari LE OMBRE DELLA PAURA - Il cinema del terrore italiano 1960-1980 (selezionato fra gli altri al XX TorinoFilmFestival e, fuori programma, alla Mostra del cinema di Venezia 2004) e ALBANIA, una testimonianza sulla costruzione di un acquedotto nelle zone montuose a nord di Tirana commissionato dall'organizzazione non governativa InterSOS.

Nel 2003 inaugura il laboratorio di produzioni audiovisive SOL SI FA, per mezzo del quale co-produce e co-dirige il documentario IL SOGNO DI ADOLPHE SAX – Una storia del saxofono (basato sull'ode dedicata dal poeta scozzese Douglas Dunn all'inventore del sax e selezionato al 44° Festival dei popoli di Firenze). Nello stesso anno, cura le riprese della fase finale di ITF Italia (Italian Turntablism Federation), campionato internazionale per DJ's tenutosi all'interno della rassegna musicale Arezzo Wave. Sempre con SOL SI FA ed in collaborazione con l'ente locale Unione Comuni Valdaso, nel 2004 realizza RAGAZZI DI STRADA (un documentario basato su una ricerca sociale condotta nei territori marchigiani del piceno) e SPAESATO, un lavoro per musica ed immagini finalizzato a scopi turistici, riguardante i paesi e i paesaggi di questa stessa zona e visibile anche on-line sul sito www.asonetcultura.it.

Nel 2005 dirige e produce TUTTI TU (cortometraggio musicale girato a Venezia durante il carnevale) e collabora alla stesura di UNO STRANO UOMO D'AFFARI, sceneggiatura ambientata ed elaborata in Senegal (fra Dakar e Saint Louis) basata su un soggetto dello scrittore milanese V.M. Oreggia. Con le immagini raccolte nel corso del viaggio africano, nel 2006 realizza DI COLORE VAGABONDO, cortometraggio musicale ispirato dalla lezione di Dziga Vertov, dagli esperimenti del cinema-veritè e dalla tradizione del documentario etnografico.

Sempre nel 2006, in collaborazione con lo scenografo Giancarlo Basili, cura e dirige PEZZI DA MUSEO, breve documentario sulla storia del cinema e sul vissuto di alcuni particolari spettatori destinato alla giornata inaugurale del Polo Museale 'S. Francesco' di Montefiore dell'Aso (nelle Marche) e dell'annesso centro di documentazione scenografica 'G. Basili' (www.museipiceni.it). Ancora in questo anno, ancora con la collaborazione produttiva dell'Unione Comuni Valdaso, gira SPERDUTO, viaggio cinemusicale fra luoghi abbandonati e paesaggi pittoreschi nella valle del fiume Aso.

Fra gli altri, partecipa come figurante nei film LUCE DEI MIEI OCCHI di G. Piccioni, GIORNI di L. Muscardin, BUONGIORNO, NOTTE di M. Bellocchio e QUO VADIS, BABY di G. Salvatores. Lavora come stagista-assistente alla regia nel film AMATEMI di R. De Maria (2003) e collabora con il reparto regia del film QUANDO SEI NATO NON PUOI PIU' NASCONDERTI di M. T. Giordana (2004).

solsifa@libero.it